+39 327 6352386 info@laruedigital.it
Seleziona una pagina

Una volta individuata l’idea per un prodotto, occorre verificare se la business idea ha un potenziale, così da trasformarla anche in sito ecommerce redditizio.

Validare un’idea di business è essenziale perché aiuta a capire se, prima di investire, esiste un mercato potenziale.

Mercato potenziale: significato e definizione

Il mercato potenziale è l’insieme di soggetti considerati potenziali acquirenti di un prodotto/servizio. Più spesso, per mercato potenziale si intende uno specifico paese dove espandere l’attività commerciale: il commercio, oggi, è globale, ed aprirsi ad un mercato diverso dal paese d’origine permette di vendere senza confini geografici.

Per scegliere il mercato potenziale occorre considerare diversi fattori: tipologia di prodotto e aspetti burocratici.

Tra gli strumenti migliori per valutare un mercato potenziale, il Market Finder di Google permette di individuare i migliori mercati potenziali in base alla tipologia di prodotto venduto, dando una panoramica del mercato potenziale (con numero di ricerche medie mensili, offerta media consigliata delle campagne Google Ads per la strategia SEM).

Una volta definito il mercato potenziale, localizzare l’esperienza di acquisto del cliente è importante per generare traffico e aumentare le conversioni.

Definito il mercato potenziale, occorre valutare la domanda di mercato dell’ idea di prodotto.

Valutare il potenziale di mercato di un prodotto

Con Google Trends si può verificare l’interesse verso un prodotto nel tempo (fornisce un quadro parziale) e si possono confrontare fino a cinque prodotti per volta.

Valutazione delle parole chiave

Si cerca il nome del prodotto nello strumento di pianificazione delle parole chiave di Google.

Questo tool consente di cercare parole chiave determinando:

  • numero di ricerche mensili per quel termine;
  • concorrenza esistente;
  • termini di ricerca correlati.

Per utilizzarlo occorre un account Google Ads, che si può creare gratuitamente. Si accede all’account e si seleziona “Strumenti” dal menu in alto; quindi “strumento di pianificazione delle parole chiave”; cliccare su “Cerca nuove parole chiave utilizzando una frase, un sito web o una categoria”.

Si inserisce l’ idea di prodotto (controlla le impostazioni relative al “Targeting”, tra cui lingua e località, per assicurarsi che siano corrette per definire il target).

Appare la scheda “Idee per i gruppi di annunci”; qui si passa alla scheda denominata “Idee per le parole chiave”.

  • La prima colonna elenca la parola chiave cercata e le varie query di ricerca correlate alla parola chiave inserita.
  • La colonna “Media delle ricerche mensili” mostra il numero di ricerche eseguite ogni mese nell’area geografica e con la lingua specificata.
  • La colonna “Concorrenza” indica il livello di concorrenza corrispondente a ogni parola chiave.

Esame dei risultati

Ecco cosa può emergere dalla ricerca:

  • Si scoprono informazioni aggiuntive scorrendo le query suggerite nello strumento di pianificazione delle parole chiave
  • Ci sono termini con elevati volumi di ricerca e meno concorrenza: questo si traduce in opportunità.
  • Possono emergerere altre parole chiave con alto volume di ricerca meno competitive, filtrando le parole chiave ed escludendo quelle con alta concorrenza,

Convalida geografica

Prodotti e tendenze possono essere correlati ad una certa area geografica: occorre assicurarsi che la domanda di mercato sia presente in un’area dove si è in grado di vendere e spedire il prodotto. Google Trends può aiutare (in quali regioni italiane si ricercano questi termini; quali città in particolare hanno il più alto numero di ricerche per…)

Convalida dei Social Media

Altri canali da usare per comprendere meglio la domanda di mercato: Twitter è efficace per esaminare il mercato potenziale e l’interesse verso un prodotto (Topsy permette di cercare il volume di tweet al giorno che includono parole che ci interessano). Con la ricerca sui social media emerge il volume delle conversazioni sul prodotto in questione, oltre alla lingua utilizzata dai potenziali clienti. Queste informazioni tornano utili quando si creano annunci o descrizioni di prodotti.

Compresa meglio la potenziale opportunità, accertata la presenza di domanda di mercato e scoperte possibili buone parole chiave, per render concreta l’idea di business, occorre procedere all’ analisi sulla fattibilità.

 

CONTATTACI