+39 327 6352386 info@laruedigital.it
Seleziona una pagina

L’analisi SWOT aiuta a valutare il potenziale di un ecommerce e spinge ad analizzare performance dell’ azienda attuali, e future.

Cos’è l’ analisi SWOT

L’analisi SWOT è uno strumento di pianificazione che aiuta a creare una lista di punti di forza e debolezza relativi ad un’ attività commerciale, da un punto di vista sia interno che esterno.

SWOT sta per:

  • S  “Strenghts” [Punti di Forza]
  • W  “Weaknesses” [Punti di Debolezza]
  • O “Opportunities” [Opportunità]
  • T “Threats” [Minacce].

In pratica l’analisi SWOT è una to do list definitiva che aiuta a pensare in prospettiva.

Punti di forza e debolezza sono fattori interni; opportunità e minacce sono fattori esterni. I fattori interni sono insiti nell’ attività di ecommerce, i fattori esterni provengono dall’ambiente circostante. Inoltre, punti di forza e debolezza si riferiscono al presente, opportunità e minacce si riferiscono al futuro.

Fattori interni

Punti di forza e debolezza possono essere monitorati:

  • cultura aziendale
  • reputazione
  • lista clienti
  • posizione geografica
  • staff
  • partnership
  • proprietà intellettuale
  • risorse aziendali

Fattori esterni

Opportunità e minacce sono fuori dal proprio controllo:

  • normative
  • fornitori
  • concorrenti
  • economia
  • dimensione del mercato
  • trend
  • finanziamenti

Chi dovrebbe fare l’analisi SWOT

Tutti: proprietari di nuovi ecommerce e titolari di attività avviate. Se si è fase di pianificazione, l’analisi SWOT fornisce dati utili per la break-even analysis, delineando un quadro realistico delle prospettive future.

*Se si è in cerca di finanziamenti, occorrerebbe includere sia l’analisi SWOT che la break-even analysis nel business plan*

Per le aziende già avviate, la cadenza consigliata per condurre l’analisi SWOT è annuale: aiuta a mantenere il contatto con la propria attività, i clienti ed il proprio settore.

Come fare un’analisi SWOT

L’analisi SWOT non ha valenza scientifica e non esiste un modo per misurarne accuratezza o attendibilità. Si basa sull’abilità di osservare e intuire aspetti interni ed esterni che possono avere effetto sulla propria attività.

  • Creare il gruppo di lavoro

In fatto di analisi SWOT, più ampio è il contributo anche da parte di chi non conosce ogni meccanismo aziendale, migliore sarà l’analisi.

  • Fare brainstorming

Creato il team, si invitano i componenti a partecipare all’attività di brainstorming per elencare punti di forza e debolezza, opportunità e minacce.

  • Riempire i gap

Raccolte le idee del team e stilate 4 liste principali, si riempiono i gap con le spiegazioni aggiuntive: ciascun membro del team deve scegliere 3 elementi più importanti nella lista per ogni categoria; probabilmente emergerà un ordine ricorrente che indicherà su quali elementi focalizzarsi.

Domande per fare l’analisi SWOT

Punti di forza

Aspetti interni positivi che incidono sulle performance dell’attività

  • Cosa sappiamo fare
  • Cosa facciamo meglio
  • Qual è il nostro vantaggio competitivo
  • Cosa facciamo di unico
  • Quali risorse abbiamo a disposizione
  • Quali sono i vantaggi del nostro ecommerce
  • Che vantaggi hanno i dipendenti
  • Quali sono le maggiori risorse della nostra azienda
  • Cosa amano i clienti della nostra attività

Punti di debolezza

Fattori interni negativi che incidono sulle performance dell’attività.

  • In cosa non siamo abili
  • In cosa i nostri competitor sono migliori
  • Di cosa si lamentano i nostri clienti
  • Quali svantaggi ha il nostro team
  • Che ostacoli abbiamo
  • Quali risorse ci mancano
  • In cosa possiamo migliorare

Opportunità

Fattori esterni che possono influenzare positivamente le performance dell’ attività.

  • Quali cambiamenti normativi possono aiutare il nostro business
  • L’attuale economia che effetto avrà sulla nostra azienda
  • Quali opportunità non abbiamo ancora sperimentato
  • Quali nuove opportunità sono emerse
  • C’ome acquisire risorse utili che mancano

Minacce

Fattori esterni che possono influenzare negativamente le performance dell’attività.

  • Chi sono i nostri attuali competitor
  • Quali nuovi concorrenti sono potenziale minaccia per la nostra attività di ecommerce
  • Come evolvono le dimensioni del nostro mercato
  • Il settore sta cambiando in modo tale da influire negativamente sulla nostra attività
  • Come varia il costo delle nostre merci
  • Delle scorte su cui facciamo affidamento scarseggiano
  • Le normative stanno cambiando a danno della nostra attività
  • Un nostro produttore è inaffidabile

Delimitare le liste

Per condurre la SWOT si comincia dalle liste ottenute nella sessione di brainstorming: si lavorate per scremarle e delimitarle finché non entreranno in una sola pagina, se disposte in una matrice SWOT 2 x 2. Conviene vagliare le varie voci in base a 2 criteri: forza e plausibilità.

Creare le strategie

Per ogni elemento della lista finale si crea una strategia per sfruttare opportunità / vantaggi e fronteggiare minacce /  punti di debolezza. Le strategie iniziali non devono essere articolate, è sufficiente creare un piano d’azione a grandi linee.

Fare regolarmente l’analisi SWOT aiuta a mantenere il contatto con la propria attività, il team ed i clienti e a mantenere stabile il successo dell’ azienda anche in un mercato instabile.

 

CONTATTACI