+39 327 6352386 info@laruedigital.it
Seleziona una pagina

Il Parental Control di Instagram ha lo scopo di evitare che i minori siano esposti a contenuti sensibili: le funzionalità permettono a genitori/tutori di vedere follower, seguiti e limitare il tempo di utilizzo dell’app.

Parental Control: cosa possono fare i genitori

Impostare il profilo su privato: in questo modo solo i follower possono vedere post e storie del profilo. I nuovi utenti devono prima essere approvati. Anche se si inseriscono un tag di posizione o un hashtag, non saranno visibili ai non follower.

Eliminare follower sconosciuti: rimuove dal profilo i follower così post e storie non sono più visibili nel loro feed. Se un follower eliminato tenta di seguire di nuovo il profilo privato, può essere rifiutato.

Evitare informazioni personali nella biografia del profilo: un account privato mostra nome, immagine di profilo, biografia e sito web alle persone che non sono interessate. Ecco perché è importante evitare informazioni personali (indirizzo, numero di telefono, legami con altri social media, scuola).

Filtrare commenti spam: così non sono visibili nei post.

Bloccare commenti: da Impostazioni Commenti selezionare Blocca commenti da e aggiungere utenti all’elenco. Gli utenti bloccati non vengono informati e, se lasciano un commento, non sarà visibile a nessuno.

Nascondere storie di follower: le storie possono essere nascoste così che non vengano mai visualizzate nel feed notizie o negli aggiornamenti del profilo.

Usare la funzione Amici stretti quando si condividono storie: si può usare la funzione Amici Intimi di Instagram per creare un elenco di persone con cui condividere le storie in modo privato.

Noi di Instagram lavoriamo da molto tempo per proteggere i giovani che usano l’app; come parte di questo lavoro, oggi annunciamo alcuni nuovi strumenti e funzionalità per mantenere i giovani ancora più al sicuro su Instagram“. Con queste parole si apre il comunicato stampa con il quale il social del gruppo Facebook-Meta annuncia una serie di novità mirate a render più sicura la piattaforma per gli adolescenti.

Funzione Take a Break

Instagram adotta un approccio più rigoroso a ciò che agli adolescenti pubblicano sull’app, impedendo agli utenti di taggare/menzionare adolescenti che non li seguono; se i ragazzi restano troppo tempo su un topic, vengono indirizzati su argomenti diversi e, a breve, sarà disponibile la funzione Take a Break: avvertimento che arriva agli utenti quando si è connessi sull’app per troppo tempo consecutivo.

In sintesi

I genitori possono:

  • impostare gli account su privato [ciò che viene postato è condiviso solo con follower già approvati].
  • Bloccare e segnalare account sospetti o nocivi.
  • Aiutare a gestire il tempo su Instagram [funzionalità nella dashboard attività: promemoria giornalieri e notifiche push mute].

Gli adulti con comportamenti sospetti non possono vedere account di ragazzi giovani nella ricerca tra gli “Utenti suggeriti” e sarà impedito loro di trovare contenuti creati da teens tra i Reels o su Esplora.

Le nuove misure hanno lo scopo di aiutare i ragazzi ad evitare interazioni indesiderate anche con il controllo sui commenti [è possibile segnalare e bloccare profili molesti].

Infine Instagram limiterà messaggi diretti tra adolescenti e adulti che sono seguiti dai teens: quando un adulto invia un messaggio ad un adolescente che non lo segue, riceve una notifica che informa che non è possibile inviare un messaggio diretto a quell’adolescente.

Per adulti e adolescenti già connessi (un account segue l’altro) l’app invierà avvisi di sicurezza che incoraggiano gli adolescenti ad essere cauti nelle conversazioni con adulti con comportamenti sospetti.

[Fonte: Blog Ufficiale Instagram]

 

CONTATTACI